Donna Matura scopata da un ragazzo

La fame di sesso

Quanta voglia avevo…mio marito ormai aveva i soliti problemi che capitano a tanti uomini, soprattutto non dava più segni di voglie anche se era ancora attraente, soprattutto quando si vestiva da lavoro in giacca e cravatta.

Immaginate cosa accadde quando un suo sottoposto, di vent’anni più giovane mi si presentò alla porta una mattina dicendomi di essere stato mandato proprio da lui.
Una bella sorpresa

Certo che quell’arrivo inaspettato e piuttosto insperato mi aveva lasciato stupita ma…quando dopo avergli chiesto se gradisse un caffè e ricevuto come risposta un deciso…”certo, e non solo signora!”, capivo che qualcosa stava succedendo. A metà tra il curioso e la sconcertata iniziavo a guardarlo meglio.
In effetti non lo avevo mai visto prima e proprio brutto non era. Una volta versato il caffè, mentre dalla cucina stavo andando in salotto per darglielo, per poco non mi cadeva di mano la tazzina! Era seduto sul divano con un bel cazzo duro in mano. sconcertata ed eccitata gli chiedevo cosa stesse facendo ma per risposta l’unia cosa che ottenevo era di essere presa direttamente per mano e trovarmi in mano il suo arnese. Senza pensarci, affamata di sesso com’ero non ci pensavo due volte e iniziavo a lavorarglielo per bene, scoprendo di essere ancora più brava di qualche anno prima, quando ero più inesperta e con meno voglie.

Non era nemmeno necessario parlare, a che serviva? Passare da un gioco di mano a succhiarglielo fu un attimo.

Il suo gusto era buono e dolciastro, così con la bocca piena e la figa in fiamme lo supplicavo di mettermelo dentro fino in fondo. Detto fatto, dopo un attimo ero riempita da un bel cazzo duro finalmente.

Quanto tempo lo avevo voluto e adesso finalmente l’avevo tutto per me. A un certo punto decidevo allora di farmi prendere da dietro e montare come una cagna quale io sono in fondo, lasciandomi andare a gridare come un’ossessa, cosa che non potevo fare la sera con il marito nel letto.

Certo che il fatto che l’avesse mandato proprio lui era strano, però non mi interessava in quel momento, forse dopo essermi fatta scopare d un ragazzo con il suo bel cazzone, glielo avrei chiesto e magari ringraziato persino.

Intanto lui continuava ad attaccare i miei buchi con la sua nerchia dura e prepotente, fino a iniziare un bel lavoro infilandomi l’indice nel culetto per aprirlo ben bene prima di infilzarmi.

Per formalità e finto pudore gli dicevo che non volevo sentir male ma per fortuna il suo lavoro di sfondamento continuava e così mi faceva letteralmente impazzire di piacere fino a riempirmi con la sua sborra calda e dolce.

Se credete che mi sia bastato vi sbagliate, infatti adesso ero io quella che voleva di più e così glielo prendevo nuovamente in bocca facendoglielo tornare duro in un battibaleno.

Che meraviglia sentire sulla lingua il gusto del suo sperma dolce e avere tra le labbra un bel pisellone che non si stancava dopo pochi colpi!!!

Ancora e ancora..

A un certo punto, dopo averlo fatto svuotare di nuovo tra le mie tette e aver leccato tutto il suo succo, decidevo di chiedergli se il caffè gli fosse piaciuto e cosa avrebbe pensato mio marito se lo avesse saputo.

Per tutta risposta ricevevo uno schiaffo sul sedere e mi diceva che era venuto perché proprio mio marito gli aveva detto quanto fossi porca e lui voleva controllare.

Certo che mio marito in fondo mi conosceva davvero bene…mi sa che non gli avrei raccontato nulla ma di certo avrei ancora dimostrato quanto avesse ragione al suo collega, perlomeno finché non lo avessi scaricato tutto più volte, svuotandogli le palle come si deve e facendomi scopare finché non mi fossi stufata. e non credo sarebbe successo molto presto.

Facebook Comments

Casalinghe, mogli, mature, milf, coppie e nonne amatoriali?

CONTATTALE GRATIS IN CHAT!

100% PRIVACY, PROFILI REALI E VERIFICATI, SINGOLE E COPPIE PER AMATORIALI

Fallo sapere ai tuoi amici!

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
  Subscribe  
Notificami